caratteristiche vino vegano

Quali sono le caratteristiche del vino vegano? E come possiamo essere certi che quello che ci accingiamo ad acquistare sia un vero vino vegan?

Come spiega la responsabile Ricerca e Sviluppo e Buisiness di Csqa Certificazioni Srl, ente che certifica i vini di qualità vegetariana vegan, Maria Chiara Ferrarese, è bene fare una distinzione tra vino vegetariano e vino vegano.

Il vino vegetariano non deve contenere nessun tipo di carne o più semplicemente nessun tipo di ingrediente derivato, ottenuto dall’uccisione diretta degli animali, come ad esempio la colla di pesce, di ossa o la gelatina animale. Nell’alimentazione e quindi anche nel vino vegano, oltre al divieto di utilizzo di carne e derivati, è assolutamente vietato l’uso di derivati di origine animale, non necessariamente ottenuti dall’uccisione dell’animale stesso. Inoltre non contiene OGM. Questi possono essere ingredienti, additivi e coadiuvanti come ad esempio la caseina, l’albumina d’uovo e la lisozima d’uovo utilizzabili invece nella produzione di vini vegetariani.

Il vino vegano dunque, è una tipologia di vino estremamente naturale, prodotto senza alcun ingrediente che deriva dall’uccisione o dallo sfruttamento degli animali.

Durante la fase produttiva del vino, oltre all’elemento principale che è l’uva, possono essere utilizzati anche coadiuvanti di origine animale, come ad esempio la caseina o l’albumina d’uovo; questi ingredienti, hanno anche l’azione chiarificante e vengono utilizzati per rendere il vino limpido ed eliminare le impurità. Ovviamente per la produzione del vino vegano , tutto questo è vietato severamente; per attirare sul fondo delle botti i residui e le impurità, viene impiegato un minerale argilloso chiamato Bentonite o derivati dalle alghe che hanno la stessa funzione della colla di pesce e albumina. Esistono diversi organi di controllo, che con il loro attento e minuzioso lavoro assicurano al consumatore, in base a specifiche e rigide regolamentazioni, le caratteristiche vegane e viene garantita la totale assenza di derivati di origine animale.

Perché scegliere di acquistare un vino vegano?

Molti consumatori hanno la convinzione che il vino vegano non sia realmente una bevanda alcolica, ma bensì una sorta di bevanda analcolica a base d’uva. In realtà non è cosi, il vino vegano mantiene assolutamente inalterato il sapore, il gusto, l’aspetto e il grado alcolico del vino classico.
Viene prodotto in campagna, dove i vigneti sono coltivati utilizzando concimi naturali come l’Humus vegetale, derivato da residui alimentari vegetali o dell’agricoltura; inoltre vieta l’uso di qualsiasi derivato animale anche all’interno di tutta la filiera di produzione.
In Italia, da nord a sud, dal Piemonte alla Sicilia, sono numerose le aziende agricole impegnate nella produzione e distribuzione del vino vegano.

Un’interessante decisione è quella presa dal Consorzio del Prosecco Doc di Treviso, che ha messo al bando l’utilizzo di pesticidi, erbicidi e fungicidi; un obbligo per tutti i produttori che vogliono mantenere la denominazione di origine.

Il vino veg, cosi come la dieta vegana, sta prendendo sempre più piede nel mercato italiano ed internazionale, dovuto specialmente all’attenzione che negli ultimi anni viene data all’alimentazione e allo stile di vita sano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *